Tito Livio tra Hollywood e Cinecittà: “Scipione detto anche l’Africano”

La storia romana è stata per il cinema una scoperta precoce e una fonte di potenti suggestioni. Ad essa hanno attinto alcuni tra i più grandi classici del cinema, entrati nella storia per l’enorme successo di pubblico e di critica, per gli effetti speciali rivoluzionari, per la forza simbolica. Il cinema è certamente il mezzo attraverso il quale il mondo antico è entrato con maggiore potenza e spettacolarità nell’immaginario popolare, e quello attraverso il quale, ancora oggi, milioni di persone riescono a figurarsi epoche così remote. In un ciclo di serate dedicate alla visione di film su Roma antica, e in particolare su episodi liviani, scopriremo il ruolo fondamentale che lo storico patavino ha avuto anche nelle forme di cultura più popolari e moderne.

Mercoledì 7 giugno 2017 alle ore 21.00 presso la Multisala MPX – via Bonporti, 22 si svolgerà la prima di un ciclo di proiezioni dedicate al rapporto tra Tito Livio e la cinematografia moderna. Il prof. Giorgio Ieranò ci guiderà nel mondo del cinema di ambientazione romana che spesso ha trovato ispirazione nelle vicende storiche narrate proprio da Tito Livio. La serata sarà l’occasione per riscoprire la pellicola “Scipione detto anche l’Africano“, capolavoro misconosciuto di Luigi Magni, con attori straordinari come Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Silvana Mangano. Un film che, con consapevole e divertente ironia, rovescia tutti gli stereotipi cinematografici sulla romanità


Ingresso libero

Condividi